Gianluca Riommi

Gianluca Riommi

Allenatore dei portieri dello Spartak Mosca.

separator

Conosciutissimo nel mondo del calcio, Gianluca Riommi non ha bisogno di presentazioni.

Umbro, di Foligno, 47 anni, comincia a giocare a calcio da giovanissimo e si distingue, ben presto, per la passione e il talento come portiere.

Da lì a diventare un portiere professionista il passo è breve. Esordisce con una squadra umbra, il Gubbio in serie C, poi la carriera lo porta in giro per l’Italia: da Trieste, dove ha giocato in serie B, a Potenza e Pontedera. Dopo l’ultima stagione con la squadra di casa, il Foligno, Gianluca abbandona il campo e decide di dedicarsi alla carriera da allenatore.

Il primo incarico, dopo il Master, è subito prestigioso e impegnativo, al Perugia in serie A, dove rimarrà per due stagioni, come allenatore dei portieri, accanto a Cosmi e Colantuono.

Da allora competenza, motivazione e risultati non hanno mai smesso di crescere:

Ad Arezzo, per tre anni dal 2006 al 2009, con Antonio Conte e Maurizio Sarri.

A Grosseto, per due anni in serie B con Elio Gustinetti.

Ad Ascoli, un anno in serie B sempre con Gustinetti.

A Bellinzona, per tre stagioni in Super League, che è la serie A svizzera.

E poi un anno ad Aarau, sempre in Svizzera.

Dal giugno 2014 Gianluca sbarca in Europa entrando nel calcio ad alti livelli, nella Premier League russa. Da un anno allena, infatti, allo Spartak Mosca, un club tra i protagonisti dell’Europa League oltre che del campionato.

gianluca-riommi gianluca-riommi-2